Blog. Le attività dell' IC Sacco.

Quando la musica salva la vita

Le impressioni degli studenti delle Medie

musica fossano medieQuesta è una storia di dolore, criminalità, povertà, emarginazione, solitudine, violenza, paura. Ma anche di passione, musica, libertà, amore, sogni, possibilità, speranza, riscatto. È la storia del Sistema.
Negli anni 70 José Antonio Abreu Anselmi, o più semplicemente Abreu, partendo da Caracas, fondò un insieme di orchestre sparse in tutto il Venezuela per realizzare un sogno: salvare dalla strada della criminalità e del degrado milioni di bambini. Grazie a lui e al suo Sistema si avvicinarono alla musica ex carcerati, persone disabili, bambini provenienti da famiglie poverissime che senza una prospettiva di rinascita culturale non avrebbero avuto un futuro. La musica permise a queste persone di provare ad ascoltare e ad ascoltarsi, di prendere coscienza della dignità della loro vita e di smettere di essere “nessuno” per diventare “qualcuno”.
Il sogno contagioso di Abreu è stato raccontato giovedì scorso ai ragazzi delle scuole medie di Fossano, Genola e Cervere grazie allo spettacolo “La musica salva la vita” presso il teatro “I portici”, in cui le note suonate dall’orchestra della Ffm, diretta da Nicola Ferro, sono state accompagnate dalla narrazione di Pinuccio Bellone.
“La storia di Abreu ci ha emozionati – commentano i giovani studenti -: ci ha reso consapevoli della nostra fortuna, ci ha permesso di conoscere meglio la realtà di un paese diverso dal nostro, ci ha fatto apprezzare la forza travolgente della musica suonata insieme da adulti e bambini che condividono una passione. Abbiamo capito che l’educazione dei poveri non deve essere un’educazione povera”.
A scuola si può imparare anche questo: la musica a volte può salvare la vita delle persone.

La classe 3C di Genola